martedì 7 giugno 2016

PAUSA DI RIFLESSIONE 2

                                                      La mia vita tra i banchi
Si avvicina la fine di un altro anno scolastico e, come sempre capita in questa occasione,ogni docente ripercorre il cammino fatto,  trae conclusioni e, nel mio caso, si pone altri traguardi,che possono sembrare ai più, quantomeno  azzardati. Ma tant'è,  io sono così : ho ancora desiderio d' IMPARARE e SPERIMENTARE( tanto per non smentire il mio percorso di studi scientifico ).
Per questo motivo ho raccolto una serie di citazioni degli autori più  disparati che invitano alla riflessione docenti e discenti, e più  in generale tutti coloro che si interessano  dell'argomento.



Il reciproco amore fra chi apprende e chi insegna, è  il primo e più  importante gradino verso la conoscenza. (Erasmo da Rotterdam)

I migliori maestri sono quelli che ti indicano dove guardare, ma non ti dicono cosa vedere. (A.Trenfor)


CHI OSA INSEGNARE, NON DEVE MAI CESSARE DI IMPARARE
(J.DANE)

INSEGNARE È  IMPARARE DUE VOLTE. (J.JOUBERT)

INSEGNARE È  LA BASE PER IMPARARE (S.FRANCESCO  DA SALES)


Ciò che l'insegnante è, è  più  importante  di ciò  che insegna. (K.Menninger)

Un insegnante che cerca di insegnare senza ispirare nell'alunno il desiderio di apprendere, sta martellando un ferro freddo. (H.Mann)

NON POSSO INSEGNARE NIENTE A NESSUNO.
POSSO SOLO CERCARE DI FAR RIFLETTERE.
(SOCRATE)


NON HO MAI INSEGNATO NULLA AI MIEI STUDENTI, HO SOLO CERCATO DI METTERLI NELLE CONDIZIONI  MIGLIORI PER IMPARARE. (A.EINSTEIN)


Nessun commento:

Posta un commento